U-Boot 455

Sommergibile atlantico tedesco appartenente alla classe VII C, varato il 21 giugno del 1941 ed utilizzato inizialmente come nave scuola.
Dal 1942 al 1944 prese parte a 10 missioni per poi inabissarsi il 6 aprile del 1944 a 2,5 miglia al largo della Costa ligure tra Bogliasco e Punta Chiappa.
La causa fu probabilmente una mina amica o un suo stesso ordigno che, esplodendo mentre veniva lanciato in mare , procurò un enorme squarcio a poppa.
Il relitto giace conficcato in un fondale fangoso alla profondità di -120 mt. inclinato di 45-50° con la prua rivolta verso la superficie a – 85 mt.
La parte visibile è completamente integra ed è lunga circa 50 mt.
Oltre la torretta verso poppa il sommergibile è ancora visibile per una quindicina di metri prima di sparire nel fango.
Il Relitto è molto affascinante, a cominciare dalla posizione che ha assunto, decisamente innaturale. Il ponte, che una volta era in teak, è molto bello; ora è un rifugio per innumerevoli forme di vita, quali gronghi, aragoste, scorfani…
La parte più interessante è sicuramente la torretta dove sono visibili il paraspruzzi e la ringhiera; il portellone di accesso è completamente spalancato ma al suo interno tutto è rimasto sigillato custodendo i 51 membri dell’equipaggio e i suoi segreti.
Le condizioni di visibilità sono molto variabili come la corrente, che in quella zona può essere anche molto forte al punto di impedire lo svolgimento dell’immersione.